Events

VOLEVO NASCONDERMI

VINCITORE DEL NASTRO D'ARGENTO 2020 "FILM DELL'ANNO"
ELIO GERMANO Vincitore del premio per il miglior attore 2020 al Festival di Berlino
Genere:Biografico
Paese:Italia
"Volevo nascondermi", il film diretto da Giorgio Diritti, è il biopic sulla vita di Antonio Ligabue (Elio Germano), grande pittore naif emiliano, figura di rilievo dell'arte contemporanea e internazionale. Antonio Ligabue amava dipingere leoni e giaguari, gorilla e tigri, tra gli sterminati boschi di pioppi, sulle banchine del fiume Po. Il film racconta la vita dell'artista, che sin da bambino trova nella pittura il suo personale riscatto al senso di solitudine ed emarginazione. Toni, questo il nomignolo di Antonio, ha vissuto un'infanzia e un'adolescenza altrettanto difficili. Figlio di una donna italiana migrata in Svizzera, viene affidato a una coppia del posto, con la quale ha sempre avuto rapporti di amore e odio. Dopo aver aggredito la madre adottiva, viene espulso dalla Svizzera e malandato in Italia, dove vive sulle rive del Po, patendo non solo il freddo, ma anche la fame e soprattutto la solitudine. È in questo periodo che inizia a dipingere per impiegare il tempo e placare le ansie. È l'incontro con lo scultore Renato Marino Mazzacurati che lo convince a dedicarsi completamente all'arte, unico modo per rintracciare la sua identità e per emergere in quel mondo di disperazione. Ed è così che quell'uomo un po' nomade, solitario, per nulla attraente, spesso schernito e noto in Italia come "El Tudesc" dipinge e da quella riva del Po crea un nuovo mondo, fatto di colori e di animali esotici. La storia di Antonio Ligabue rappresenta un'occasione per riflettere sull'importanza della "diversità", intesa come qualità, talento e dote preziosa che appartiene a ogni essere umano, che lo rende unico e capace di offrire qualcosa di utile alla società.
https://www.youtube.com/watch?v=tlUzhVLwh1c
Leggi di più...

DOVE SONO LE DONNE?

COMUNICAZIONE RIGUARDANTE IL RIMBORSO – BIGLIETTO - ABBONAMENTO Caro abbonato, caro spettatore, speriamo prima di tutto che sia salvaguardata la tua salute e quella dei tuoi cari. La situazione generale a seguito delle restrizioni dovute al contenimento dell’epidemia da COVID-19 non permetterà che nel breve periodo sia possibile riprendere molte delle attività sociali bruscamente interrotte dal marzo scorso. Tra queste il nostro incontro per serate di svago e di riflessione nel luogo in cui una comunità si ritrova per riconoscersi e confrontarsi: il TEATRO. La programmazione 2019-2020 del Teatro Politeama di Manerbio non ha potuto vedere realizzati due attesissimi appuntamenti: Michela Murgia in DOVE SONO LE DONNE? (giovedì 19 marzo) e Giacomo Poretti in CHIEDIMI SE SONO DI TURNO (martedì 7 aprile). Sappi che, più per senso di responsabilità che per convinzione, avevamo individuato, anche grazie alla disponibilità dei due artisti, le date di recupero dei loro spettacoli nel mese di maggio 2020. Come immaginerai anche queste ipotesi non potranno avere seguito. Ma, nei tempi e con i modi che ci verranno concessi, è forte la volontà di ritrovarci appena sarà possibile con te e con gli artisti. Non siamo in grado di indicarti date precise ma prevediamo di poter riproporre i due spettacoli entro un anno dalla data originaria in cui li avremmo ospitati sul palco del Politeama. Questo è il nostro auspicio; la sua realizzazione non dipende però esclusivamente dalla nostra volontà. Intanto la normativa ci consente alcune possibilità. L’Art. 88 della legge n. 27 del 24 aprile 2020 (in vigore dal 30/04/2020) e la comunicazione della Siae (confermata dall’Agenzia delle Entrate)* esclude la restituzione in termini monetari del valore del biglietto o del rateo dell’abbonamento. Le soluzioni consentite sono: A) mantenere il biglietto relativo alla data originaria (o l’abbonamento della Stagione) che potrà essere utilizzato nella data di recupero (solo se calendarizzata entro un anno da quella originaria) oppure B) richiederci un voucher di pari importo al prezzo pagato per il biglietto (o al rateo dell’abbonamento non goduto), utilizzabile entro 18 mesi dall’emissione anche per altri appuntamenti della futura stagione e limitatamente alla disponibilità dei posti. L’abbonamento o il biglietto vanno conservati integri! Sono documenti fiscali che devono essere mantenuti intatti fino alla eventuale restituzione in biglietteria o all’utilizzo nella serata di spettacolo. Se desideri ottenere il voucher dovrai mandare, entro giovedì 18 giugno (in questo momento il termine ultimo per procedere alla richiesta), una mail agli indirizzi di posta elettronica info@liveticket.it (il nostro sistema di biglietteria) e a info@politeamamanerbio.it secondo i modelli che alleghiamo. * puoi leggere di seguito il documento della SIAE (integrato con osservazioni dell’Agenzia delle Entrate) in base al quale è stata elaborata questa comunicazione.   MODULO RICHIESTA VOUCHER POSSESSORI BIGLIETTO: CLICCA QUI   LEGGI QUI LE FAQ E L'ART. 88    
DOVE SONO LE DONNE? Monologo di e con Michela Murgia Drammaturgia sonora eseguita dal vivo da Francesco Medda Arrogalla Illustratore Edoardo Massa Se arrivassero gli alieni domattina e cercassero di farsi un’idea del genere umano guardando ai luoghi della rappresentazione pubblica, probabilmente penserebbero che un virus misterioso abbia colpito tutte le persone di sesso femminile d’Italia, rendendole mute o incapaci di intendere e volere. Il governo, i dibattiti televisivi e le prime pagine dei quotidiani traboccano di interventi maschili. Eppure le donne non sono una sottocategoria socioculturale ma più della metà del genere umano. Dopo aver interpretato in scena il premio Nobel Grazia Deledda nello spettacolo 'Quasi grazia', Michela Murgia, autrice tra le più impegnate nelle battaglie civili, porta per la prima volta in teatro il suo punto di vista sulla 'questione femminile' in un lucido monologo che supera per sempre gli angusti confini delle quote rosa. Produzione: Mismaonda srl N.B.: Gli abbonati alla Stagione Teatrale del Politeama 2019/2020 hanno diritto al biglietto ridotto al prezzo di € 15,00 presentando l'abbonamento al botteghino. IDEA REGALO : speciale kit regalo in vendita al botteghino: libro "MORGANA" + biglietto spettacolo a soli € 32.
Leggi di più...

CONCERTO DI SANTA CECILIA

Torna anche quest’anno il tradizionale Concerto di Santa Cecilia che la Civica Associazione Musicale Santa Cecilia di Manerbio offre alla cittadinanza. Un appuntamento imperdibile che corona l’impegno di questa gloriosa istituzione, presenza longeva che da più di 150 anni testimonia l’amore per la musica di molti manerbiesi e che continua ad offrire, soprattutto ai giovani, una possibilità espressiva, un momento di aggregazione e un approccio competente con la musica. Dirige: Giulio Piccinelli   ingresso gratuito
Leggi di più...

GLI ANNI PIU’ BELLI

Regia: Gabriele Muccino
Attori: Pierfrancesco Favino, Micaela Ramazzotti, Kim Rossi Stuart, Claudio Santamaria, Nicoletta Romanoff, Emma Marrone, Francesco Centorame, Andrea Pittorino, Paola Sotgiu, Francesco Acquaroli, Elisa Visari
Paese: Italia
Sceneggiatura: Gabriele Muccino, Paolo Costella
Montaggio: Claudio Di Mauro
Musiche: Nicola Piovani
Gli anni più belli, il film diretto da Gabriele Muccino, è la storia di un gruppo di quattro amici, formato da Giulio (Pierfrancesco Favino), Gemma (Micaela Ramazzotti), Paolo (Kim Rossi Stuart) e Riccardo (Claudio Santamaria). La loro amicizia dura da ben 40 anni, esattamente dal 1980 ad oggi, attraversando l'adolescenza fino all'età adulta. I tre uomini sono cresciuti insieme sin da giovanissimi per poi incontrare, durante gli anni del liceo, Gemma - unica donna del gruppo - di cui Paolo s'innamora immediatamente. La piccola comitiva ha affrontato cose belle, come speranze e successi, e momenti brutti, dovuti a delusioni e fallimenti. Ma al racconto di amicizia e di amore si intreccia inevitabilmente quella che è stata la storia d'Italia e di conseguenza degli Italiani in questi ultimi decenni. Le vicende di Giulio, Gemma, Paolo e Riccardo, ambientate in epoche diverse, diventano un modo per ricordare da dove veniamo, per dire chi siamo oggi e per intuire chi saranno i nostri figli; quello che rivela è che apparteniamo tutti a un cerchio della vita nel quale le dinamiche non fanno altro che ripetersi generazione dopo generazione. Riuniti dopo anni, nel corso dei quali hanno preso strade diverse, i quattro si ritrovano ancora una volta insieme per ricordare i momenti di gioia e quelli che hanno messo duramente alla prova la loro amicizia, come la delusione di Paolo o i rimpianti di Giulio.
https://www.youtube.com/watch?v=-Z3oZCHMQQI
Leggi di più...

MALEDETTO MODIGLIANI (La Grande Arte al Cinema)

Ad ottobre arriverà al cinema "Maledetto Modigliani", prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital, diretto da Valeria Parisi e scritto con Arianna Marelli in occasione del centenario dalla scomparsa di Amedeo Modigliani (1884-1920). Un artista d’avanguardia diventato un classico contemporaneo, una vita e un talento oltre la leggenda. Dalla Livorno delle origini, patria dei Macchiaioli, alla Parigi di Picasso e di Brancusi, centro della modernità: la conquista di un segno unico, tra primitivismo e Rinascimento italiano. Nel racconto di una biografia breve e intensa anche la storia di amori non consumati, tumultuosi, drammatici. Con donne dalle personalità estremamente contemporanee: la poetessa Anna Achmatova, la giornalista Beatrice Hastings, la pittrice Jeanne Hébuterne. Modigliani, la vita e l’arte consumate fino all’ultimo respiro.  
Leggi di più...

ONWARD – OLTRE LA MAGIA

Arriva il nuovo cartone animato targato Disney!
"Onward - Oltre la Magia", il film d'animazione diretto da Dan Scanlon, è ambientato in un immaginario mondo fantastico, e racconta la storia di due fratelli elfi adolescenti, Ian e Barley Lightfoot. I due abitano un universo in cui i draghi sono animali domestici, gli unicorni vivono liberi, disturbando i quartieri, e in giro è normale vedere troll, gnomi e altre creature dell'immaginario fantasy. Affascinati dalla magia, una volta compiuti entrambi sedici anni ricevono dalla madre un dono molto particolare, che il padre morto aveva riservato per loro: un bastone magico. In allegato c'è anche un messaggio scritto da papà elfo, che li incarica di compiere una preziosa missione: i ragazzi dovranno trovare l'incantesimo che riporterà in vita per un giorno il loro genitore. Ian riesce ad attivare il potere del bastone e a riportare indietro il padre...o almeno una parte di lui, quella inferiore. Nonostante non sappiano nulla di arti occulte, Ian e Barley - e il loro papà a metà - si imbarcano in una straordinaria avventura; infatti, hanno 24 ore di tempo per trovare il modo di vedere il padre “per intero” e scoprire se esista ancora un po’ di magia nel mondo. Riusciranno a trovare quel briciolo di magia che riporterà il loro papà in vita?
Leggi di più...

TENET

Genere:Azione, Fantascienza, Thriller
Anno:2020
Paese:Gran Bretagna, USA
Distribuzione:Warner Bros. Pictures
Sceneggiatura:Christopher Nolan
Tenet, il film diretto da Christopher Nolan, è ambientato nel mondo dello spionaggio internazionale, dove le nazioni si uniscono, al di là dei loro interessi, per risolvere un enigmatico intrigo. Al Protagonista (John David Washington), un agente ben addestrato e molto sensibile, viene assegnato un importante compito: fermare quella che potrebbe rivelarsi come un'apocalisse planetaria, una minaccia peggiore dell'Armageddon. Ma in questa ardua missione non sarà solo, in suo aiuto accorrerà un partner (Robert Pattinson) e sua vecchia conoscenza. L'unico modo per salvare il mondo sembra essere racchiuso in una misteriosa parola, Tenet. Per fronteggiare la minaccia globale, infatti, i due agenti speciali dovranno svolgere le loro azioni in qualcosa al di là del tempo reale e dovranno essere in grado di attuare una manipolazione temporale, nota come inversione. Non si tratta di un viaggio nel tempo, ma di un’alterazione del flusso, che apporta una deviazione del corso naturale cose. L’inversione è l’idea della materia con una sua entropia invertita, quindi attraversa il tempo in senso inverso, relativamente a noi. È un’arma a doppio taglio, perché se impiegata su larga scala potrebbe diventare una forma di terrorismo e allo stesso tempo è il mezzo più efficace che il Protagonista e il suo partner hanno per salvare l’umanità ed evitare una terza guerra mondiale. Il film presenta un cast d'eccellenza, formato, oltre che dai due protagonisti principali, da Aaron Taylor-JohnsonElizabeth DebickiHimesh Patel e altri grandi nomi, come Kenneth Branagh e Michael Caine.  
Leggi di più...

CHIEDIMI SE SONO DI TURNO

COMUNICAZIONE RIGUARDANTE IL RIMBORSO – BIGLIETTO - ABBONAMENTO Caro abbonato, caro spettatore, speriamo prima di tutto che sia salvaguardata la tua salute e quella dei tuoi cari. La situazione generale a seguito delle restrizioni dovute al contenimento dell’epidemia da COVID-19 non permetterà che nel breve periodo sia possibile riprendere molte delle attività sociali bruscamente interrotte dal marzo scorso. Tra queste il nostro incontro per serate di svago e di riflessione nel luogo in cui una comunità si ritrova per riconoscersi e confrontarsi: il TEATRO. La programmazione 2019-2020 del Teatro Politeama di Manerbio non ha potuto vedere realizzati due attesissimi appuntamenti: Michela Murgia in DOVE SONO LE DONNE? (giovedì 19 marzo) e Giacomo Poretti in CHIEDIMI SE SONO DI TURNO (martedì 7 aprile). Sappi che, più per senso di responsabilità che per convinzione, avevamo individuato, anche grazie alla disponibilità dei due artisti, le date di recupero dei loro spettacoli nel mese di maggio 2020. Come immaginerai anche queste ipotesi non potranno avere seguito. Ma, nei tempi e con i modi che ci verranno concessi, è forte la volontà di ritrovarci appena sarà possibile con te e con gli artisti. Non siamo in grado di indicarti date precise ma prevediamo di poter riproporre i due spettacoli entro un anno dalla data originaria in cui li avremmo ospitati sul palco del Politeama. Questo è il nostro auspicio; la sua realizzazione non dipende però esclusivamente dalla nostra volontà. Intanto la normativa ci consente alcune possibilità. L’Art. 88 della legge n. 27 del 24 aprile 2020 (in vigore dal 30/04/2020) e la comunicazione della Siae (confermata dall’Agenzia delle Entrate)* esclude la restituzione in termini monetari del valore del biglietto o del rateo dell’abbonamento. Le soluzioni consentite sono: A) mantenere il biglietto relativo alla data originaria (o l’abbonamento della Stagione) che potrà essere utilizzato nella data di recupero (solo se calendarizzata entro un anno da quella originaria) oppure B) richiederci un voucher di pari importo al prezzo pagato per il biglietto (o al rateo dell’abbonamento non goduto), utilizzabile entro 18 mesi dall’emissione anche per altri appuntamenti della futura stagione e limitatamente alla disponibilità dei posti. L’abbonamento o il biglietto vanno conservati integri! Sono documenti fiscali che devono essere mantenuti intatti fino alla eventuale restituzione in biglietteria o all’utilizzo nella serata di spettacolo. Se desideri ottenere il voucher dovrai mandare, entro mercoledì 27 maggio (in questo momento il termine ultimo per procedere alla richiesta), una mail agli indirizzi di posta elettronica info@liveticket.it (il nostro sistema di biglietteria) e a info@politeamamanerbio.it secondo i modelli che alleghiamo. * puoi leggere di seguito il documento della SIAE (integrato con osservazioni dell’Agenzia delle Entrate) in base al quale è stata elaborata questa comunicazione.   MODULO RICHIESTA VOUCHER POSSESSORI BIGLIETTO: CLICCA QUI   MODULO RICHIESTA VOUCHER PER POSSESSORI ABBONAMENTO: CLICCA QUI   LEGGI QUI LE FAQ E L'ART. 88   -------------------------------------------------------------------------------------- CHIEDIMI SE SONO DI TURNO di Giacomo Poretti - regia di Andrea Chiodi - Produzione AGIDI In ospedale si entra solo per tre motivi: se uno è ammalato, se si va a trovare un ammalato, oppure, se sei particolarmente sfortunato, se ci devi lavorare. Il protagonista di questo monologo aveva immaginato per sé un avvenire radioso come calciatore, astronauta o avvocato di grido; ma la sorte è a volte sorprendente, talvolta bizzarra, e quasi sempre misteriosa, e così, mentre sta per ricevere il pallone d’oro, aprendo gli occhi si ritrova nelle proprie mani una scopa di saggina. Partito dai bagni finirà sulla scrivania del Capo sala, dopo un vorticoso viaggio per tutti i reparti dell’ospedale, attraverso letti da rifare, suore, dottori, malati veri e immaginari, speranze di guarigione e diagnosi che spengono i sorrisi, sempre con due amici fidati: la scopa di saggina e il pappagallo. Il pappagallo è lo strumento detestato da tutti in ospedale, chi lo deve usare, chi lo deve pulire, il Primario non lo vuole vedere, i parenti lo vogliono occultare. Ma attraverso il pappagallo passa tutta l’umanità, tutta la delicatezza, tutta la vergogna e il rispetto di quando si ha bisogno d’aiuto e di qualcuno che tenga compagnia alla nostra fragilità.  
Leggi di più...