CHIEDIMI SE SONO DI TURNO

Giacomo Poretti

INIZIO

PROSSIMAMENTE

DURATA

PREVENDITA

non disponibile

Descrizione

30 Dicembre 2020 21:00 - 23:00

COMUNICAZIONE RIGUARDANTE IL RIMBORSO – BIGLIETTO – ABBONAMENTO
Caro abbonato, caro spettatore,
speriamo prima di tutto che sia salvaguardata la tua salute e quella dei tuoi cari.
La situazione generale a seguito delle restrizioni dovute al contenimento dell’epidemia da COVID-19 non
permetterà che nel breve periodo sia possibile riprendere molte delle attività sociali bruscamente interrotte dal marzo scorso.
Tra queste il nostro incontro per serate di svago e di riflessione nel luogo in cui una comunità si ritrova per riconoscersi e confrontarsi: il TEATRO.
La programmazione 2019-2020 del Teatro Politeama di Manerbio non ha potuto vedere realizzati due
attesissimi appuntamenti: Michela Murgia in DOVE SONO LE DONNE? (giovedì 19 marzo) e Giacomo Poretti in CHIEDIMI SE SONO DI TURNO (martedì 7 aprile).
Sappi che, più per senso di responsabilità che per convinzione, avevamo individuato, anche grazie alla
disponibilità dei due artisti, le date di recupero dei loro spettacoli nel mese di maggio 2020.
Come immaginerai anche queste ipotesi non potranno avere seguito. Ma, nei tempi e con i modi che ci
verranno concessi, è forte la volontà di ritrovarci appena sarà possibile con te e con gli artisti.
Non siamo in grado di indicarti date precise ma prevediamo di poter riproporre i due spettacoli entro un
anno dalla data originaria in cui li avremmo ospitati sul palco del Politeama. Questo è il nostro auspicio; la sua realizzazione non dipende però esclusivamente dalla nostra volontà.
Intanto la normativa ci consente alcune possibilità. L’Art. 88 della legge n. 27 del 24 aprile 2020 (in vigore dal 30/04/2020) e la comunicazione della Siae (confermata dall’Agenzia delle Entrate)* esclude la restituzione in termini monetari del valore del biglietto o del rateo dell’abbonamento. Le soluzioni consentite sono:

A) mantenere il biglietto relativo alla data originaria (o l’abbonamento della Stagione) che potrà essere utilizzato nella data di recupero (solo se calendarizzata entro un anno da quella originaria) oppure

B) richiederci un voucher di pari importo al prezzo pagato per il biglietto (o al rateo dell’abbonamento non goduto), utilizzabile entro 18 mesi dall’emissione anche per altri appuntamenti della futura stagione e limitatamente alla disponibilità dei posti.
L’abbonamento o il biglietto vanno conservati integri! Sono documenti fiscali che devono essere mantenuti intatti fino alla eventuale restituzione in biglietteria o all’utilizzo nella serata di spettacolo. Se desideri ottenere il voucher dovrai mandare, entro mercoledì 27 maggio (in questo momento il termine ultimo per procedere alla richiesta), una mail agli indirizzi di posta elettronica info@liveticket.it (il nostro sistema di biglietteria) e a info@politeamamanerbio.it secondo i modelli che alleghiamo.

* puoi leggere di seguito il documento della SIAE (integrato con osservazioni dell’Agenzia delle Entrate) in base al quale è stata elaborata questa comunicazione.

 

MODULO RICHIESTA VOUCHER POSSESSORI BIGLIETTO: CLICCA QUI

 

MODULO RICHIESTA VOUCHER PER POSSESSORI ABBONAMENTO: CLICCA QUI

 

LEGGI QUI LE FAQ E L’ART. 88

 

————————————————————————————–

CHIEDIMI SE SONO DI TURNO

di Giacomo Poretti – regia di Andrea Chiodi – Produzione AGIDI

In ospedale si entra solo per tre motivi: se uno è ammalato, se si va a trovare un ammalato, oppure, se sei particolarmente sfortunato, se ci devi lavorare.

Il protagonista di questo monologo aveva immaginato per sé un avvenire radioso come calciatore, astronauta o avvocato di grido; ma la sorte è a volte sorprendente, talvolta bizzarra, e quasi sempre misteriosa, e così, mentre sta per ricevere il pallone d’oro, aprendo gli occhi si ritrova nelle proprie mani una scopa di saggina.

Partito dai bagni finirà sulla scrivania del Capo sala, dopo un vorticoso viaggio per tutti i reparti dell’ospedale, attraverso letti da rifare, suore, dottori, malati veri e immaginari, speranze di guarigione e diagnosi che spengono i sorrisi, sempre con due amici fidati: la scopa di saggina e il pappagallo.

Il pappagallo è lo strumento detestato da tutti in ospedale, chi lo deve usare, chi lo deve pulire, il Primario non lo vuole vedere, i parenti lo vogliono occultare. Ma attraverso il pappagallo passa tutta l’umanità, tutta la delicatezza, tutta la vergogna e il rispetto di quando si ha bisogno d’aiuto e di qualcuno che tenga compagnia alla nostra fragilità.

 

PREZZI BIGLIETTI

Intero   24,00€
Ridotto   20,00€